Logo

Nasce Teatri digitali

Se la pandemia aveva chiuso i teatri, ora i teatri aprono "due volte" e si fanno (oltre che fisici) anche virtuali, facendo tesoro delle nuove modalità di incontro e fruizione suggerite in tempo d'emergenza. Nasce così Teatri digitali, progetto dell'Antac - Associazione Nazionale Teatri Stabili d'Arte Contemporanea, che a oggi riunisce 26 centri di produzione, tra cui in Lombardia la Fondazione Palazzo Litta per le Arti, il Centro d'Arte Contemporanea Teatro Carcano, Elsinor, il Teatro del Buratto, il Teatro Menotti Filippo Perego, Pandemonium Teatro.

Obbiettivo dell'iniziativa, mettere al centro il patrimonio materiale e immateriale dei Centri di Produzione dei Teatri Stabili d'Arte Contemporanea, grazie a una mappatura messa in rete e veicolata dai modelli virtuali delle proprie sale e dei rispettivi spazi. 

Sviluppata dalla società Interiore, la nuova piattaforma web in forma di mappa permette di entrare con un click nei luoghi della produzione teatrale, attraverso tour virtuali fruibili in altissima qualità fotografica da ogni personal device o in modalità completamente immersiva con visore tipo Oculus Quest 2. Non semplici montaggi fotografici a 360 gradi: la tecnologia laser usata in fase di rilievo è basata sulla raccolta di dati tridimensionali e dà vita a veri e propri "gemelli digitali" degli spazi. Tramite tag ad oggetto, poi, sarà possibile accedere a informazioni storiche sugli spazi e sulla comunità che li abitano, o a materiali d'archivio, come spettacoli in video raccolti in forma di galleria condivisa. (ANSA).
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.