Logo

Sorrento, l'estate più forte di sempre

Estate 2019 l’anno della svolta. Così era intitolato il convegno interassociativo che si è tenuto a Sorrento, nell’ambito delle Giornate Professionali, durante il quale è stato presentato il progetto triennale dell’estate. Tanti gli interventi che si sono susseguiti nella sala Sirene dell’Hilton Sorrento Palace.

  • Mario Lorini (presidente Anec), inizia una fase unica

Questo momento segna una fase unica. Esercenti, produttori, distributori e governo stanno lavorando insieme. Ieri abbiamo parlato di cambiamento perché questa volta si fa sul serio. Da oggi dovremo prendere una strada certa; dialogheremo con tutte le parti. Grazie al lavoro di tutti e grazie al sottosegretario Mibac, Lucia Borgonzoni, dalla quale abbiamo avuto un ascolto unico.

  • Carlo Bernaschi (presidente Anem), ora comunicazione

Il gruppo che ha studiato il lancio di questo piano, ha scelto un’agenzia per realizzare la campagna di comunicazione che sarà presentata quanto prima al Ministero. Questa è veramente l’ultima occasione che ha l’esercizio. Non manchiamo noi facendo trovare sale chiuse in estate.

  • Luigi Lonigro (presidente dei distributori Anica), lavoriamo per la crescita del mercato

Veniamo da un biennio preoccupante se paragonato con altri mercati europei. L’Italia è stata in controtendenza. Abbiamo iniziato a ragionare su come uscire da questa situazione creando un unico gruppo di lavoro con il sostegno e la sollecitazione del Mibac. Questo è solo il primo step di un progetto triennale. Per ora sono stati annunciati dieci titoli importantissimi per l’offerta estiva più importante di tutti i tempi. Il secondo step sarà legato al prodotto italiano ed europeo di qualità. Dopo il 15 febbraio, presenteremo la stagione estiva dei prodotti europei e italiani di qualità. Va ricordato che questo lavoro è partito con la presidenza dei distributori di Andrea Occhipinti a Barcellona durante CineEurope quando ci siamo incontrati con i rappresentati italiani, europei e anche internazionali delle major. Tutti abbiamo fatto un passo in avanti. Il nostro scopo è la crescita del mercato; per questo, grazie alle major per il loro coraggio. Dobbiamo spingere tutti al massimo per far sì che il primo anno sia importante e incoraggiante.

  • Tomaso Quilleri (gruppo di lavoro programmazione, Anec), ora sale aperte

E’ entusiasmante vedere i frutti del lavoro fatto. Non è stato facile arrivare a questo risultato, ma Il lavoro non è finito. Questo straordinario risultato si potrà arricchire di altre soprese. Rivolgo agli esercenti un invito: la contrapposizione tra le parti ha minato il mercato ma ora qualcosa è cambiato. Serve un atteggiamento diverso da parte di tutti. Tutti dovremo fare la nostra parte, tenere le sale aperte tutta l’estate; ci dobbiamo impegnare al massimo, puntare su marketing locale, iniziative e fantasia. Ci vuole spirito imprenditoriale da parte di tutti.

  • Gianluca Pantano (gruppo di lavoro produzione, Anem), cambiare abitudini del pubblico

Cambiare le abitudini del pubblico, si può. Abbiamo un mercato finalmente maturo per compiere un salto importante. Sono convinto anche io che questo sia l’anno della svolta.

  • Alessandro Usai (vicepresidente produttori Anica), noi siamo pronti

In questo piano estivo si sente la mancanza del cinema italiano; noi siamo pronti ad accettare questa sfida. Ad esempio, avremo una proposta di Vision Distribution con un film di genere prodotto da noi di Colorado. Siamo consapevoli, però, che debbano poter arrivare in sala anche titoli con ambizioni commerciali pesanti; questa è la sfida che abbiamo davanti. Ma penso anche che siano necessarie facilitazioni nella programmazione con i crediti di imposta. Aiutiamoci tutti a portare il cinema italiano in estate. Per noi è una sfida delicata che vogliamo cogliere.

  • Francesco Rutelli (presidente Anica), no all’idea del declino

Parto segnalando un dato. In questo fine settimana il box office ha registrato 1,9 milioni di spettatori. Per ottenere questa cifra, i musei e tutti i siti culturali ci mettono 14 giorni. Questo vuol dire che il cinema è un fenomeno straordinariamente forte. Il cinema resta un’occasione di socialità straordinaria. Guai accettare l’idea di un declino irreversibile.

  • Lucia Borgonzoni (sottosegretario Mibac, delega al cinema), sale come presidio sociale

In questi mesi ho incontrato tanti esercenti. Le sale servono; sono un presidio di aggregazione, tengono vivi i Paesi. Il cinema è emozione, un’esperienza ineguagliabile. Ma questo dovevamo comunicarlo alla gente. Dobbiamo fare promozione efficace dei film americani che usciranno in sala in estate. Dobbiamo essere bravi a vendere questa esperienza per fare il salto. Le associazioni stanno lavorando, il Mibac idem; i fondi ci sono. Dobbiamo credere tutti a questo progetto. Bisogna che ci creda ogni esercente per evitare il fallimento.

Questi i titoli dell'estate

- 30 maggio - Godzilla - King of the Monsters (Warner)

- 6 giugno - Pets 2 (Universal)

- 6 giugno - X Men: The Dark Phoenix (Fox)

- 13 giugno - MIB International (Warner)

- 27 giugno - Toy Story 4 (Disney)

- Luglio - Spider Man - Far from Home (Warner)

- Luglio - Untitled Annabelle film (Warner)

- 8 agosto – Fast & Furious - Hodds and Show (Universal)

- 15 agosto - X Men - The New Mutants (Fox)

- 21 agosto - Il re leone (disney)


(Fonte: eduesse.it)

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.