Logo

26° Festival di Milano Musica. Salvatore Sciarrino. L'eco delle voci

Dal 21 ottobre al 3 dicembre, 21 concerti sinfonici e da camera, 6 incontri e approfondimenti, 6 rappresentazioni di Ti vedo, ti sento, mi perdo al Teatro alla Scala. Sette prime esecuzioni assolute, sei prime italiane, cinque commissioni da Milano Musica, due nuovi brani di Salvatore Sciarrino.

Milano Musica e il Teatro alla Scala si uniscono in un Festival dedicato a Salvatore Sciarrino in occasione della prima assoluta della sua nuova opera Ti vedo, ti sento, mi perdo, commissionata e prodotta dal Teatro alla Scala e dalla Staatsoper Unter den Linden di Berlino, in scena dal 14 novembre 2017.

Quattro percorsi tematici guidano l’ascolto: Waiting for the wind, dedicato alle opere per flauto e inaugurato dalla prima assoluta di Un capitolo mancanteL’isola delle voci, con concerti vocali; Spazi inversi, con i mondi multipli dell’elettronica a partire da Luigi Nono; Infinito nero, meditazione sul tema dell’ombra e della notte.

I lavori di Sciarrino – dagli anni Ottanta alle composizioni dell’ultimo periodo –  si intrecciano, in ideale dialogo, a autori del passato: Monteverdi, Beethoven, Schumann, Debussy, Ravel, Bartók.

Seguendo il pensiero profondo di Sciarrino, che pone al centro l'ascoltatore, sono stati scelti spazi con caratteristiche acustiche consone alle musiche proposte: dall’immensità di Pirelli HangarBicocca per gli Studi per l’intonazione del mare ai riverberi in rifrazione della Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale con gli ‘incantesimi’ del flauto, dallo scrigno mondano del Teatro Gerolamo per i brani cameristici alla volta celeste  del Planetario

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.